Aperto a settembre 2019 rappresenta un punto di svolta nella storia del marchio. Dopo 5 anni in via Filadelfia 113/B, Cafè e Patisserie Gluten Free si rinnova, aprendo un secondo punto in centro città, in via Arcivescovado 9,  e cambiando nome per diventare Freedom. L’intenzione è quella di esprimere il desiderio di libertà abbinato al benessere, facendo scelte coerenti nel rispetto della salute delle persone.

«Siamo partiti – spiega la titolare Domenica Bevilacqua – da un problema, la celiachia, e dai prodotti senza glutine, ma abbiamo sempre pensato a uno spazio aperto a tutti, per gustare in compagnia cibi sani, naturali e gustosi». Freedom è la condivisione di uno stile di vita in armonia con se stessi e con gli altri.

Il locale di via Arcivescovado 9 interpreta questa visione a partire dai materiali: legno, marmo, rame e vetro, con un richiamo immediato alla Terra. Il rispetto per le risorse del nostro pianeta, si manifesta nella volontà di diventare «plastic free»: è un percorso graduale e impegnativo, che si concretizza nell’utilizzo di imballaggi in carta e cartone riciclati e di contenitori per il cibo biodegradabili.

Per sentirsi bene è preziosa l’armonia tra le persone, e tutti devono essere a proprio agio. Il principale tavolo di servizio, completamente in rame, è stato costruito su misura e progettato su due livelli per accogliere meglio i clienti in carrozzina. Il servizio è al tavolo, i prodotti sono tutti senza glutine, frutto di lunghe ricerche in laboratorio per trovare il giusto equilibrio tra gusto e salute. A colazione il cornetto Freedom è davvero un’esperienza, al tempo stesso soffice e croccante, sfornato ogni mattina. Il locale propone a pranzo verdure, toast, focacce, pizze, hamburger e torte salate. Il pane è croccante e si mantiene tale anche dopo un giorno. Pasticceria secca e mignon, monoporzioni e torte di compleanno sono altre sfide brillantemente vinte da Freedom.